Skip to main content
CAMPIONATO

HB SCONFITTA DI MISURA 49-55 DA RIMINI IN UN INCONTRO ROCAMBOLESCO  MA LA PARTITA POTREBBE RIAPRIRSI 

Quella vista al Moncrivello oggi e stata una partita da dividere nettamente in due parti: una parte preponderante di tipo agonistico ed una residuale, nella quarta frazione di gioco, di tipo normativo- legale. 

Cominciamo dal lato sportivo: incontro agonisticamente molto molto teso che si è protratto per le prime due frazioni di gara in assoluta parità.

Nella terza frazione i riminesi chiudevano come un vantaggio di 6 punti mantenuti grossomodo anche nei primi due minuti della quarta frazione.  E qui è scoppiato il pateracchio.

COACH Andrea Rocca decideva di sostituire Longo, con classificazione 2,  con Cianci classificato 4. 

L’arbitro, recatosi al tavolo per il controllo del punteggio decideva di impedire la sostituzione adducendo il motivo che si sarebbe superato il punteggio limite di 14,5  e ciò a seguito di una assolutamente errata interpretazione dell’abbattimento di 2 punti di cui era titolare il nostro Federico Balsamo.

Senza entrare nei particolari di questa noiosa materia regolamentare possiamo limitarci a dire che successive verifiche fatte anche per le vie brevi in Federazione hanno confortato assolutamente il nostro punto di vista.

Il risultato è però stato quello di farci giocare gli ultimi determinanti 8 minuti di partita con un quintetto che schierava al posto di un 4 punti un giocatore con una classificazione decisamente inferiore.

Sul referto di gara abbiamo ovviamente provveduto ad annunciare che inoltreremo lunedì reclamo avverso al risultato della gara nelle forme e con le modalità che ci verranno suggerite.

Assolutamente incomprensibile l’atteggiamento del direttore di gara, tra l’altro arbitro tra i migliori e tra i più equilibrati visti a Torino in tutti questi anni,  ma purtroppo assolutamente fermo nel portare avanti una linea interpretativa del regolamento assolutamente illogica e non corretta.

Ovvio che il ricorso non punterà ad ottenere un risultato diverso da quello che il campo ha prodotto oggi in quanto HB non ha alcuna velleità di primeggiare nel girone, perché quello che interessa ai ragazzi è giocare in serenità e nulla più, ma si tratterà molto semplicemente  di acclarare in modo ufficiale  l’errore dell’arbitro, anche nella consapevolezza che la nostra presa di posizione potrà essere utile ad altri arbitri per chiarire un quadro normativo che male applicato, come nel nostro caso,  impedirebbe di fatto  ai team che hanno nel roster giocatori con abbattimento della classificazione di poterne usufruire,  stravolgendo così lo spirito della norma.