ROCAMBOLESCA SCONFITTA NELLA PRIMA DI CAMPIONATO A BRESCIA 38 A 45

Definire rocambolesca la partita di esordio dei nostri alfieri, e ancora dire poco. O bisognerebbe usare ancor più propriamente  il concetto di grande  rammarico.

Dopo un inizio disastroso, con otto punti per i padroni di casa e zero canestri per i nostri dopo i primi cinque minuti, siamo riusciti a risalire la china in modo piuttosto brillante arrivando ad avere fino ad 11 punti di vantaggio dopo 3 minuti della terza frazione di gara.

Complice un certo rilassamento e anche a motivo di alcuni  avvicendamenti nel quintetto base che hanno fatto perdere la concentrazione, i padroni di casa sono riusciti a colmare lo svantaggio con un parziale di ben 12 a 0 a loro favore. Quarta frazione in sostanziale parità tanto da chiudere l’incontro sul 35 a 35, anche se una decisione arbitrale assolutamente discutibile a 2 secondi dalla fine per un chiarissimo fallo su Rocca non assegnatoci, ci ha tolto la possibilità di fruire di  due  tiri liberi che ci   avrebbero  probabilmente fatto vincere la partita. Il tempo supplementare è stato purtroppo senza storia perché a fronte di nostri ripetuti errori a canestro i bresciani hanno invece azzeccato tutte le giocate che non erano loro riuscite nei tempi regolamentari. In ogni caso quella di Brescia  è pur sempre stata una partita gagliarda dei nostri visto che i lombardi non sono certo una squadra materasso, e visto  che noi abbiamo purtroppo dovuto anche fare i conti con  una preparazione pre-campionato non ottimale a causa di allenamenti spesso effettuati con un organico ridotto per le più disparate motivazioni di tipo familiare e lavorativo. In ogni caso, morale buono perché in campo si è vista una bella grinta è un certo orgoglio, fattori che potrebbero costituire per le prossime partite un buon viatico