CONTRO IL SOLITO FORTE GENOVA PREVEDIBILE SCONFITTA CON AMPIO MARGINE: 58 a 28

A Genova è andata come ampiamente prevedibile: sconfitta piuttosto pesante con 30 punti di margine a favore della fortissima squadra ligure presentatasi a questo incontro al gran completo e con l’abituale determinazione caratteristica di una squadra abituata ormai da due anni a dominare il campionato di serie B (anche se quest’anno la neo retrocessa dalla A1 Sassari potrà probabilmente rilevare i liguri al vertice dei valori). 
Soprattutto nei primi due tempi i nostri hanno provato a ribattere colpo su colpo a livello di impegno personale, ma la compattezza vista sabato scorso contro i piacentini, non si è proprio vista in campo, anche per merito di un avversario di diversa caratura. Come prevedibile, tantissimi errori al tiro determinati, ovviamente, dall’asfissiante pressing dei liguri, ma oggi si è purtroppo rivisto con molta evidenza l’abituale difetto dei nostri quando si cimentano in incontri di questo tipo: un eccesso di concitazione e troppa fretta nel volersi liberare della palla, sia nei passaggi che, soprattutto, al tiro. Sull’altro versante, ottima percentuale a canestro per i genovesi, e soprattutto nei tiri liberi con il solito Amasio su tutti. 
Nell’ultima frazione di gara formazioni ampiamente rimaneggiate da parte di tutt’e due le squadre nella ormai abituale consuetudine, a punteggio acquisito, di dare un po’ di minutaggio a tutta la rosa. 
Qualche soddisfazione personale, però, per il nostro giovane Gilbert che ha messo a segno un paio di canestri di ottima fattura dalla media distanza pur essendo stato in campo meno di metà partita.