Categoria: Senza categoria

BATTUTI I BRESCIANI PER 42 A 35 CHIUDIAMO IL CAMPIONATO CON UN BELLISSIMO 2° POSTO NELLA CLASSIFICA GENERALE

È trascorsa appena una settimana dalla esaltante vittoria fuori casa di misura contro il forte team di Brescia, ma le paure di non riuscire a replicare l’impresa nell’ultima partita casalinga di campionato, da disputarsi sempre contro i lombardi, sono durate solo il tempo di un quarto di gara. Come per la gara di 7 giorni fa, anche oggi partenza in folle dei torinesi e vantaggio degli ospiti di 4 punti alla chiusura del primo quarto. Ma, analogamente a quanto accaduto nella trasferta della scorsa settimana, i nostri hanno saputo presto ritrovare concentrazione e determinazione per pareggiare l’incontro all’intervallo: 21 a 21.
Immediato allungo ad inizio della terza frazione con vantaggio stabilizzatosi per noi attorno ai 4-5 punti, e chiusura di gara con un rotondo 42 a 35. Questa importantissima vittoria ha voluto dire il conseguimento a titolo definitivo del secondo posto in classifica, risultato che nemmeno la più ottimistica previsione ci aveva permesso di sperare ad inizio stagione. Ovviamente, grande soddisfazione ed eccitazione di tutto il gruppo nonché della solita decina di scatenati aficionados che dagli spalti hanno anche oggi dato l’impressione, a colpi di decibel, di trovarci in uno stadio pieno zeppo di spettatori.
Buona partita di tutti, ma ottima per Piscitello, che ottiene il massimo stagionale in una gara: 24 punti. Lo score totale a fine campionato dei nostri risulta essere il seguente: Piscitello 131- Longo 67 – Martini 66 – Rocca 55 – Sansò 32 – Lui 27 – Cianci 17 – Dah 14 – Inghilterra 2.
Grazie ragazzi per tutte le emozioni che ci avete riservato anche quest’anno e tenetevi stretto questo bellissimo secondo posto in classifica da intendersi come giusto coronamento e premio per tutta la fatica profusa con passione negli allenamenti bi-settimanali cominciati da settembre 2018.

HB UICEP TORINO INSIGNITA DAL CIP CON LA STELLA DI BRONZO AL MERITO SPORTIVO PARALIMPICO

Decisamente un bel periodo, quest’ultimo, per HB UICEP TORINO.

Le soddisfazioni relative all’attività sportiva (attuale secondo posto nella classifica del campionato di Serie B), sì sono oggi sposate con il conferimento alla nostra associazione di una importante onorificenza ottenuta dal comitato paralimpico regionale.

Nella sede del Circolo della Stampa – Sporting  di Corso Agnelli, sono state assegnate alcune stelle al merito sportivo paralimpico, nonché targhe personali ad alcuni atleti e dirigenti distintisi particolarmente nell’area dello sport per disabili.

Questi riconoscimenti sono stati disposti per la prima volta dal CIP piemontese di concerto con la Regione Piemonte, e si affiancano ad analoghe benemerenze già distribuite da decenni dal CONI.

HB UICEP TORINO è stata la prima associazione ad essere premiata, ed al nostro presidente dr. Moniaci è stata consegnata la stella di bronzo al merito sportivo paralimpico.

Se pure non specificamente premiato, al nostro Ciccio Mancuso sono arrivati nell’occasione non pochi complimenti da molti degli intervenuti per la sua infaticabile attività ormai quasi quarantennale nell’area del basket in carrozzina.

Nella galleria fotografica 4 foto per ricordare l’evento

BELLISSIMA VITTORIA NELLA TRASFERTA DI BRESCIA: 44 A 40 PER HB

Nella pericolosa trasferta di Brescia, altra grande impresa dei nostri ragazzi. A nulla è valso infatti ai Lombardi schierare in campo un roster di 12 atleti con ben 5 lunghi, di cui tre sempre presenti nel quintetto in campo, per riuscire a vincere una partita che sembrava ampiamente alla loro portata visto anche l’esito del primo tempo, chiuso con un margine per la squadra di casa di 5 punti.Ma uno splendido Longo, veramente in giornata, ha inizialmente contenuto la furia degli avversari mettendo a segno i nostri primi 13 punti, compresa una gran tripla. Nella seconda metà di gara emozionanti fasi alterne con nostre prestazioni individuali decisamente buone, tipo una seconda  tripla, questa volta di Piscitello, anche lui in ottima  giornata anche se per una volta non come top scorer: 13 punti per lui a fine partita (ma con una alta percentuale al tiro) contro i 17 finali di Longo. Minuti finali ovviamente tesissimi ma i nostri, estremamente concentrati, sono riusciti a tenere stretto con i denti un meritato vantaggio di 4 punti che ha  consentito alla squadra un rientro a Torino decisamente in allegria. Sottolineate doverosamente le migliori performance individuali, va detto che i meriti per vittorie come questa sono da spalmare su tutta la squadra, che ha oggi dimostrato in tutti i suoi componenti   una feroce determinazione ed un’ottima concentrazione. Dovessimo ripetere l’impresa di oggi anche nell’ultima giornata, sempre contro i bresciani, chiuderemmo il campionato con un bellissimo secondo posto in classifica. Speriamo pertanto al riguardo in una adeguata mobilitazione di pubblico, non solo per l’importanza della partita ma per porgere un saluto ed un abbraccio ai ragazzi per l’ultima uscita di campionato.

Vittoria casalinga in scioltezza contro Rimini: 39 a 21

Contro la cenerentola della classifica, i simpatici riminesi ancora a zero punti, abbiamo disputato una partita decisamente in souplesse. Coach Rocca, visto il livello tecnico degli avversari, decide giustamente di schierare tutti i giocatori che fino ad oggi erano entrati in campo per un trascurabile numero di minuti, ma nonostante la formazione sperimentale Torino parte bene con una prima frazione chiusa con 8 punti di margine. Per tutto il secondo quarto è per una buona metà del terzo, però, la squadra decide di prendersi una incredibile vacanza, mettendo a segno un solo misero punto in ben 15 minuti di gioco. L’entrata in campo a metà del terzo tempo di Rocca imprime una svolta positiva all’incontro con alcuni canestri suoi ed altri 6 punti messi a segno da Martini, oggi top scorer con 17 punti. Quarta frazione senza storia, chiusa con 10 punti di margine positivo, con passerella finale di soli 3 minuti per Piscitello che riesce comunque a portarsi a casa altri 6 punti che gli consentono di avvicinare quota 100 per i canestri messi a segno nell’intera stagione

IMPRESA DI HB CONTRO I FORTI GENOVESI: VITTORIA AI SUPPLEMENTARI PER 55 A 53

Oggi pomeriggio i pochi spettatori che hanno deciso eroicamente di sfidare il maltempo sono stati ricompensati dalla classica partita in grado di riconciliare tutti con i valori del vero sport. L’incontro è stato davvero bellissimo, nettamente il migliore sotto il profilo non solo agonistico ma anche tecnico della stagione. Contro il solito forte e coriaceo Genova, i nostri, più precisi del solito al tiro, sono stati in vantaggio anche di 8 punti per tre quarti di gara, ma nella quarta frazione i liguri si sono fatti sotto con grande caparbietà riuscendo ad annullare via via il gap negativo in modo da regalare all’incontro un finale di partita veramente incandescente. Negli ultimi tre minuti abbiamo infatti assistito a continui cambiamenti nel punteggio di testa, e le squadre hanno finito per chiudere in perfetta parità i tempi regolamentari, evento praticamente unico nella storia di HB. L’inizio del tempo supplementare è cominciato piuttosto maluccio per noi perché Genova, con il solito Amasio, metteva a segno dopo pochi secondi una tripla pesante. Ma i nostri avevano oggi evidentemente deciso di vendere cara la pelle, e combattendo all’arma bianca i due minuti finali hanno finito per regalarci una entusiasmante vittoria con due punti di scarto ottenuti negli ultimi secondi di gara. Dei nostri, tre, cosa inusuale, in doppia cifra: Piscitello con 20, Martini e Rocca con 10 a testa. A merito dei competitori odierni va ascritto il fatto che entrambi quest’anno non nutrivano particolari ambizioni di classifica e men che meno di risalita alla serie superiore, ma, appunto per questo, l’agonismo, la passione e la fame di vittoria visti in campo acquistano ancor più significato, ed i due punti al vincitore sono in fondo il giusto premio per la squadra che ci ha più creduto fino alla fine e che ha saputo tirare fuori al momento buono la “cazzimma” necessaria per uscire vittoriosa. Grazie Torino, grazie Genova, grazie ragazzi  (vincitori e sconfitti, ma non vinti) per averci regalato questa emozione.

SCONFITTI IN TRASFERTA, COME DA COPIONE, DALLA CAPOLISTA PARMA: 24 A 49

Contro la corazzata dei parmensi, serissimi candidati alla promozione in Serie A e tutt’ora imbattuti nel nostro girone, non c’è stata ovviamente partita. L’unica magra consolazione è stata quella di non aver loro fatto superare i 50 punti.  Nell’occasione siamo riusciti ad ottenere anche noi un record: nessun canestro per tutta la prima frazione di gara…. Per fortuna la seconda frazione, l’unica ben giocata da Torino, è stata in sostanziale equilibrio e lo scarto finale, contenuto in 25 punti, non è poi stato così disastroso. Vista la fisicità e prestanza atletica degli avversari, poteva sicuramente andare peggio.
Dei nostri, da sottolineare che Rocca non è sceso in campo, e che il nostro bomber Piscitello ha dovuto uscire nel corso della terza frazione per la rottura della carrozzina.

BELLA VITTORIA NELLA TRASFERTA CON IL SEREGNO: 36 a 44 PER HB

Al termine di una lunghissima ed anomala pausa per le festività di fine anno, abbiamo iniziato il girone di ritorno in trasferta nel migliore dei modi.

Partita quasi inappuntabile dei nostri ragazzi contro un sempre coriaceo Seregno che a dispetto del punteggio finale ha cercato di vendere cara la pelle sino a pochi minuti dal termine dell’incontro.

Subito in vantaggio sin dalla prima frazione di gara, abbiamo sempre saputo mantenere un margine di una decina di punti per tutto l’incontro, con un massimo di 13 all’inizio della terza frazione ed un minimo di 6 punti a metà dell’ultimo quarto di gara, momento in cui, anche complice un po’ di nervosismo, stavamo quasi rimettendo in discussione un risultato che sembrava comodamente acquisito.

Per evitare di montarci troppo la testa, cosa sempre pericolosa…, va  però detto che il Seregno ha registrato in questa occasione una percentuale al tiro quasi disastrosa, e ciò più per loro  demeriti  che per una nostra feroce pressione difensiva.

Si rientra a Torino comunque molto soddisfatti.

VITTORIOSI A RIMINI SE PUR CON UN PUNTEGGIO STRIMINZITO: 37 A 23

HB Torino ritorna dalla lunga trasferta riminese con una preziosa vittoria contro la locale matricola del girone A della serie B di basket in carrozzina. Il punteggio evidenziato nel titolo dice già tutto sul tipo di partita disputata ieri: diciamo eufemisticamente che si può parlare di risultato conseguito con il minimo sindacale… Eravamo addirittura riusciti a metà partita a conseguire il punteggio più striminzito mai ottenuto in tanti anni di competizioni: dopo i primi due quarti si era infatti solo sul 10 pari. Nella seconda metà di gara, probabilmente pensando che non avrebbero avuto il coraggio di tornare a Torino, i nostri ragazzi si sono iniettati una siringata di orgoglio per chiudere la partita con 14 punti di scarto. Pertanto dopo le prime quattro giornate di campionato siamo in perfetto equilibrio tra vittorie e sconfitte: due a due.

SCONFITTI A GENOVA DALLA CAPOLISTA, MA CON UN BUON 41 A 60

Contro il solito forte Genova, anche quest’anno la super favorita del nostro girone, altra partita decisamente orgogliosa dei nostri ragazzi. Lo scarto sfavorevole a noi di 19 punti è da considerarsi tutto sommato una mezza vittoria, anche perché abbiamo giocato quasi metà partita con ampio avvicendamento anche delle nostre seconde linee in modo da far fare minutaggio a tutti i componenti del team. Anzi, se proprio dobbiamo trovare il momento migliore della partita, dobbiamo riferirci alla quarta frazione che, seppur giocata con il Genova privo di Amasio, il solito mattatore anche in questa occasione, la nostra squadra, senza alcun pezzo da novanta in campo è riuscita, in 5 – 6 minuti di stato di grazia, ad ottenere una percentuale al tiro quasi bulgara. Doverosa citazione per Longo che in questa circostanza ha ottenuto la sua miglior performance da quando veste i nostri colori: ben 14 punti ottenuti in sole tre frazioni di gara. Soddisfazione grande anche per Gilbert Dah che ha fornito con 6 punti una prestazione da incorniciare. Ma anche la tripla di Piscitello non è stata niente male

Dignitosa sconfitta casalinga contro un forte Parma: 35 a 51

Esito negativo ampiamente previsto contro i forti parmensi, ma si è trattato di una sconfitta sicuramente onorevole visto che il distacco finale è stato contenuto in 16 punti.
A dire il vero, l’andamento del primo tempo, chiuso in perfetta parità, aveva addirittura lasciato sperare in un esito ancora più positivo, ma una seconda frazione chiusa con 11 punti di gap negativo ha determinato una partita tutta in discesa per i nostri ospiti. Rispetto all’andamento di altri incontri di questo tipo, abbiamo preso una pesante ed inconsueta serie di canestri da sotto, fatto imputabile non solo alla indiscussa bravura tattica degli emiliani, ma anche ad una nostra fase difensiva più blanda ed incerta del solito. Per le stranezze del calendario relativo alla stagione in corso non avremo più incontri casalinghi per più di due mesi, e, pertanto, quello che dobbiamo dare al nostro esiguo ma scatenato pubblico, è quasi più un addio che un arrivederci…